opera panica extralarge

OPERA PANICA EXTRALARGE

(2020)

di Alejandro Jodorowsky

regia e spazio scenico: Fabio Cherstich
traduzione di Antonio Bertoli

costumi di Gianluca Sbicca

con Valentina Picello, Loris Fabiani
Matthieu Pastore, Francesco Sferrazza Papa,
e con i DUPERDU (Marta Maria Marangoni e Fabio Wolf)
autori e interpreti delle canzoni originali dello spettacolo

Assistente alla regia: Beatrice Cazzaro
Direttore di scena: Riccardo Scanarotti
Elettricista / Fonico: Matteo Simonetta
Sarta: Paola Landini

scene costruite presso il laboratorio del Teatro Franco Parenti
costumi realizzati presso la sartoria del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni

produzione Teatro Franco Parenti /Fondazione Teatro della Toscana

Spettacolo vincitore NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – Edizione 2016/2017

Durante la preparazione dello spettacolo ho incontrato Jodorowsky a Parigi per parlare con lui del suo teatro e mi è rimasta impressa una frase che mi ha detto citando il suo manifesto per un teatro panico:

I romani dicevano “Io” indicandosi la pancia. Per loro il cervello era solo un congelatore delle idee che nascono calde all’altezza dell’ombelico. Il teatro si esprime con l’inconscio. Bisogna permettere ad esso di fluire in scena con la stessa libertà con cui sgorgano i sogni.

Spero che in questa nuova versione extra-large lo spettacolo riesca ad andare sempre più verso la direzione indicata dall’autore.

Fabio Cherstich